Palazzo Jusupov

Palazzo Jusupov - Ingresso principale

Ingresso principale di Palazzo Jusupov. Immagine da Commons Wikipedia

Questo sontuoso palazzo sulle rive del fiume Moika appartenne ai principi Jusupov, la più ricca ed aristocratica famiglia della Russia imperiale, ricco di decorazioni: affreschi, marmi, stucchi, modanature, bassorilievi, specchi veneziani, candelabri d’oro, servizi da tavola, mobilio raffinatissimo, morbide sete e tappeti. Una visita a questo palazzo vi permette di avere una visione del lusso e dell’opulenza delle famiglie russe durante il periodo prerivoluzionario: il palazzo aveva persino un proprio teatro con 180 posti dove gli artisti più famosi dell’epoca si esibivano in spettacoli privati.

Stanze dell’assassinio di Rasputin

Il monaco siberiano Grigorij Rasputin arrivò a San Pietroburgo nel 1903, dopo aver viaggiato in Russia, Grecia e Terrasanta, ed in breve acquisì influenza presso la famiglia dello zar grazie al suo presunto potere curativo sullo zarevič Aleksej. Gelosi per la sua influenza sullo zar, Feliks Jusupov ed altri eminenti nobiluomini di corte uccisero Rasputin, il favorito dello zar Nicola II e di sua moglie, nel dicembre 1916. Nei sotterranei del palazzo Jusupov, dove ebbero luogo questi fatti, si trova una mostra dedicata all’affascinante storia della sua vita e morte.

Dintorni

Fermate della metropolitana

Collegamenti esterni

Una risposta a Palazzo Jusupov

  1. Pingback: Riaperto il salotto moresco di Palazzo Jusupov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*