Colonna di Alessandro

La Colonna di Alessandro, in russo: Александровская колонна, è un celebre monumento di San Pietroburgo che si erge al centro della Piazza del Palazzo di fronte al Palazzo d’Inverno.

Dedicata allo zar Alessandro I (1801-1825) in onore del suo trionfo contro l’armata di Napoleone Bonaparte (1804-1814; 1815), la colonna fu progettata dall’architetto francese Auguste de Montferrand e costruita tra il 1830 e il 1834 dall’architetto svizzero Antonio Adamini. Inaugurata il 30 agosto 1834, è un monolito di granito rosso scuro di sezione circolare, alto 25,5 metri, con diametro di 3,66 metri alla base e 3,19 alla sommità proveniente dalle cave di Pyuterlakskoy nei pressi di Virolahti in Finlandia, del peso di ca. 600 tonnellate. Posta su un grande piedistallo a base quadrata ornato con bassorilievi in bronzo, la colonna è posizionata con tale precisione che si regge unicamente grazie al suo peso, senza alcun sostegno o collegamento. È il più alto monumento al mondo eretto senza supporti, ed uno dei più grandi monoliti della storia.

L’impalcatura per l’erezione della colonna.

Il piedistallo reca l’iscrizione « Ad Alessandro I la Russia riconoscente » ed è decorato da bassorilievi con allegorie di vittorie militari, eseguiti dagli scultori russi P.V. Sintsov e J. Lepp sulla base di disegni di Giovanni Battista Scotti. La fondazione del piedistallo è costituita da 1.250 pali di 6 metri ciascuno.[3]

Per trasportare la colonna attraverso il golfo di Finlandia fu necessaria la costruzione di un’imbarcazione apposita, che fu trainata per ca. 100 km da due piroscafi. Anche i lavori per lo spostamento via terra, prima verso il porto di imbarco e poi verso il centro di San Pietroburgo, sono considerati una notevole impresa ingegneristica. Una volta arrivata sul posto, la colonna fu eretta in sole due ore senza l’aiuto dei moderni mezzi tecnici, sotto la direzione dello scozzese William Handyside e grazie al lavoro di circa 3.000 uomini.

La colonna è sormontata da un angelo in bronzo che regge una croce latina, opera dello scultore russo Boris Orlovskij, con le sembianze dello stesso Alessandro I. L’intero monumento, tra piedistallo, colonna e statua, è alto 47,5 metri. Il peso complessivo è stimato in ca. 710 tonnellate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*