Fortezza dei Santi Pietro e Paolo

La Fortezza dedicati ai Santi Pietro e Paolo (in russo: Петропавловская крепость) è una piccola cittadella sull’isola delle Lepri, edificata a partire dal 1703 su progetto dall’architetto Domenico Trezzini, per volontà di Pietro il Grande.

Curiosità: La fortezza è raffigurata sulla banconota da 50 rubli.

La Cattedrale è situata al civico 3 di alleya Petropavlovskaya Krepost’ (Петропавловская крепость).

La Cattedrale di Pietro e Paolo è aperta dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18, nei giorni di culto ed al sabato e domenica tendenzialmente apre un’ora dopo (dalle 11) e potrebbe chiudere un quarto d’ora prima (17.45).

Il discorso ticket è un po’ complicato ed è quindi illustrato in questa tabella.

Un biglietto singolo – Valido per 2 giorni dalla data di acquisto –  è suddiviso in queste tre fascie di prezzo, ovvero: ADULTI, STUDENTI e PENSIONATI
Visita 5 mostre: San Pietro e Paolo Cattedrale, il carcere bastione Trubetskoy, “Storia di San Pietroburgo-Pietrogrado. 1703-1918 “, “Storia della fortezza”, “Museo della tecnologia cosmonautica e visita della fortezza
250 rub 120 rub
50 rub
Biglietto per partecipare alla 2 esposizioni:
Pietro e Paolo Cattedrale, il carcere bastione Trubetskoy con una visita della fortezza
200 rub 110 rub 50 rub
I biglietti per singole esposizioni:
Cattedrale di Pietro e Paolo
140 rub 80 rub 50 rub
Carcere Trubetskoy 
90 rub 50 rub 30 rub
“La storia di San Pietroburgo-Pietrogrado. 
1703-1918 anni. “
70 rub 40 rub 30 rub
“La storia della fortezza” 
Museo della Tecnica cosmonautica
40 rub 30 rub 20 rub

Potete osservare la Fortezza, dalla nostra webcam, consultabile qui.

9 risposte a Fortezza dei Santi Pietro e Paolo

  1. Pingback: Memorial per Steve Jobs a San Pietroburgo | San Pietroburgo, Russia: hotel, voli, meteo

  2. Pingback: Monumento a Domenico Trezzini

  3. Pingback: Buon compleanno, San Pietroburgo!

  4. Pingback: Vele scarlatte

  5. Pingback: XXV maratona delle Notti Bianche – 29 giugno 2014

  6. Pingback: A tutto jazz!

  7. Guglielmo Gandolfi scrive:

    Ho avuto la fortuna di vedere spesso S. Pietroburgo, anche in occasione d’un incontro Russia-Italia fra tecnici per restauri vari all’Hermitage e per lo sviluppo dell’area industriale della Regione. A Napoli nei pressi di Castel dell’Ovo c’è un ingresso al Museo di Napoli ( Reggia inclusa) sul cui arco è stata messa una copia dei Cavalli di bronzo di S.Pietroburgo; fu donata dagli Zar al Re del Regno delle Due Sicilie, grande partner della Russia Zarista.

  8. Pingback: TripAdvisor sceglie il Salvatore sul Sangue Versato!

  9. Pingback: Documentario su San Pietroburgo: la Venezia degli Zar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*