Rallentamento dell’economia russa nel 2012-13

La Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (EBRD) ha riferito che l’economia russa crescerà più lentamente di quanto previsto in precedenza, questo per due fattori: il calo della domanda interna ed esterna e il deflusso di capitali in crescita.

“In base alle tendenze attuali, la crescita del PIL dovrebbe rallentare al 3,2 per cento nel 2012 e crescere un po’ nel 2013 (al 3,3%)” questo secondo la relazione economica della Banca.

“Alla fine dell’anno l’inflazione dovrebbe raggiungere il 6,8 per cento – ben al di sopra del tasso di inflazione previsto del 5-6 per cento” dice il rapporto.
I risultati suggeriscono che “l’incertezza politica ed economica [in Russia] continua ad influenzare il clima degli investimenti”, con deflussi netti di capitale pari a circa 57 miliardi dollari durante i primi nove mesi del 2012.

fonte: tradotto e riadattato da moscownews.ru

Questa voce è stata pubblicata in Economia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*