Helsinki

Helsinki, la capitale della Finlandia di circa 600 mila abitanti, si trova nella parte meridionale del Paese sulle rive del Golfo di Finlandia, di fronte alla capitale dell’Estonia, Tallinn, e si estende su più isole.

Helsinki è il centro ferroviario principale della Finlandia, ed è collegato a tutti i principali centri del paese e alla Lapponia. Sono inoltre presenti collegamenti giornalieri con San Pietroburgo e Mosca.

Helsinki è a circa 300 chilometri ad ovest di San Pietroburgo e a circa 900 dalla capitale russa, Mosca.

Aeroporto

Atterrati all’aeroporto di Helsinki –  sito in inglese, finlandese, svedese, russo, cinese, giapponese e coreano – per raggiungere il centro città é possibile utilizzare gli autobus del servizio pubblico della città di Helsinki HKL, sito parzialmente in inglese.
E’ possibile comprare i biglietti direttamente dall’autista a 3,60 euro, prezzo che dà diritto a portare i bagagli – anche molto ingombranti come valigioni e sci – e a viaggiare per 45 minuti anche sugli altri mezzi pubblici una volta arrivati in centro.

Gii autobus della linea 615 circolano dal mattino al sera con intervalli di circa 15/20 minuti, secondo l’orario pubblicato qui, ma é possibile utilizzare altri mezzi di trasporto come pubblicato nella pagina By Bus nella sezione To and from del sito dell’aeroporto

Per chi volesse fermarsi in città sono disponibili informazioni turistiche sulla versione italiana del sito ufficiale Visit Helsinki mentre per arrivare a San Pietroburgo da Helsinki sono disponibili le seguenti alternative:

  • Nave

Traghetto San Pietroburgo – Helsinki

  • Treno

Per raggiungere la Russia da Helsinki su ferrovia, circolano un treno notturno, il Tolstoj, e il treno ad alta’ velocita’,  Allegro.

  • Autobus

Autobus di linea

    • Per raggiungere la Russia da Helsinki con gli autobus di linea si può scegliere una delle seguenti compagnie, russe e finlandesi, ognuna con i proprio prezzi ed orari, calcolando una durata media del viaggio di circa 7/8 ore, incluso il passaggio della frontiere, per un percorso di circa 450 chilometri.é possibile ricercare tutte le corse di autobus, gestite da compagnie finlandesi, con il sito Oy Matkahuolto Ab , sito in inglese, finlandese e svedese – che ha un motore di ricerca per gli orari. Per trovare San Pietroburgo la voce da inserire é “St Petersburg” oppure “Pietari”, San Pietroburgo in finlandese.
      • Savonlinja Oy La compagnia finlandese Savonlinja Oy, sito in inglese e finlandese – ha varie linee con destinazione San Pietroburgo segnalate nella sezione International transport dove sono indicate anche i luoghi e le modalità di acquisto dei biglietti.
      • Pohjolan Liikenne La compagnia finlandese Pohjolan Liikenne – , sito solo in finlandese – ha una linea Turku – Helsinki -San Pietroburgo. Gli autobus partono ogni giorno da Turku alle 8.45, cittadina a sud ovest della capitale finlandese, arrivano alle 11.35 a Helsinki e riparte alle 12.00 per San Pietroburgo, dove arriva alle 20/21.00 (a seconda della fermata).
      • Sovavto La compagnia russa Sovavto.
  • Autobus turistici

Questi autobus turistici, una sorta di gita delle pentole, sono organizzati da agenzie di viaggio russe ed hanno lo scopo di portare i russi in Finlandia, in questo caso a Helsinki, per fare acquisti nei grandi magazzini e negli hard discount finlandesi, di solito più economici di quelli russi, soprattutto in occasione dei saldi. I pullman non sempre sono comodissimi, ma il motivo principale per servirsene é il prezzo del biglietto, sola andata 10/12 euro.

Gli autobus arrivano ad Helsinki molto presto e, una volta terminati gli acquisti, e ripartono in un orario compreso fra le 11:30 e le 12:00, e arrivano a San Pietroburgo in serata, in una fascia oraria che va dalle 20 alle 23, più tardi se lle pratiche in dogana sono particolarmente lunghe. La durata del ritorno é variabile, comunque attorno alle 8 ore, poiché nel ritorno n Russia sono previste varie tappe, secondo un programma stabilito di volta in volta dagli accompagnatori, sentite anche le esigenze di acquisto dei gitanti russi.

San Pietroburgo gli autobus arrivano nel parcheggio di fronte all’Hotel Oktjabr’skaja, che si trova in centro città, davanti alla stazione Moskovskij, mentre per salire sull’autobus la procedura é un pò più complicata ed una conoscenza del russo semplificherebbe le cose. A Helsinki Per prenderne uno bisogna arrivare 20 minuti in anticipo nella piazza di fronte del Museum of Contemporary Art Kiasma” (Mannerheiminaukio 2), la si puo trovare facilmente le persone con cartelle dove sono scritti il nome dell’agenzia e la direzione San Pietroburgo oppure passare ancora due cento metri e arrivare a Finnkino Tennispalatsi (Salomonkatu 15) dove sono parcheggiati i pulman, che si riconoscono subito per la targa. Arrivate la e spiegate con i gesti che avete voglia di venire a San Pietroburgo!

Macchina con autista

Un’altra possibilità per raggiungere San Pietroburgo da Helsinki é quella di mettersi in contatto con gli autisti russi di autoveicoli (automobili, minibus o furgoncini) che fanno abitualmente il percorso da Helsinki a San Pietroburgo e viceversa, con un tragitto di circa 6/7 ore, a seconda della durata dei controlli alla frontiera.
I vantaggi di questa soluzione sono:

      • il prezzo abbastanza economico a partire da 25/30 euro a testa da Helsinki città a San Pietroburgo città, praticamente qualsiasi indirizzo tranne quelli lontani dal centro.
        Dall’aeroporto di Helsinki la tariffa parte da 30/35 euro, così come é consigliato aggiungere 5/10 euro di compenso se si hanno bagagli imgombranti o molto ingombranti.
      • gli orari flessibili. Soprattutto di giorno non ci sono problemi a trovare una macchina e anche se l’aereo arriva in ritardo, di un paio d’ore, l’autista sarà disposto ad atterrare. Più difficile durante orari notturni e mattutini, ma in quel caso gli autobus e i treni sono delle alternative valide.
      • la comodità di essere accompagnati a domicilio fino all’albergo o all’indirizzo, senza dover prendere ulteriori taxi o mezzo pubblici una volta arrivati a San Pietroburgo

Gli unici difficoltà sono legate alla necessità di mettersi in contatto con l’autista, che di solito parla solo russo, talvolta inglese, e di dover passare la frontiera nella corsia normale, ovvero non in quella riservata agli autobus di linea, molto più veloce.

fonte: rielaborato dal sito partner ragoburgo.it