La città celebra il 68° anniversario dalla liberazione

Oltre 154.000 sopravvissuti all’assedio di Leningrado che vivono ancora a San Pietroburgo celebreranno il 68 ° anniversario della liberazione della città, il prossimo Venerdì, 27 Gennaio.

Gli eventi dedicati alla ricorrenza saranno, come di consueto, intorno alla città.”La nostra città è unica in questo senso: non c’è altra città al mondo che ha sperimentato tale genocidio crudele per mano della Germania nazista”, ha detto Irina Skripachyova, capo dei residenti della città dell’assedio di Leningrado.

Skripachyova ha aggiunto che che “donne e bambini sono stati il vero ​​volto dell’assedio”.

“Questo è perché la maggior parte delle persone che sono rimasti in città erano donne e bambini. Nonostante la fame, molte donne hanno continuato a lavorare mentre i loro figli rimasti a casa. Anche quando le madri non erano neppure abbastanza forti per muoversi, dovevano tornare a casa perché i loro figli li stavano aspettando lì”, ha detto Skripachyova, che aveva 10 anni durante l’assedio.

Marina Zhuravlyova, vice capo della commissione cultura della città, ha detto che il ricordo dell’assedio è stata impresso nel sangue dei residenti di San Pietroburgo.

“Questa data è quindi utile per molte persone in questa città, e ci saranno molti eventi volti a ricordo”, ha detto Zhuravlyova.

Alcuni eventi dedicati alla ricorrenza sono già iniziati in città.

Domenica, gli appassionati locali militari e di storia han ripercorso uno dei più grandi attacchi volti a rompere l’assedio.

L’evento, che ha attirato migliaia di spettatori, si è tenuta nel luogo in cui la grande operazione militare “Tempesta di gennaio” ha avuto luogo sul fronte di Leningrado vicino al villaggio di Porozhki. Circa 300 appassionati sono riusciti a rievocare l’attacco dell’Armata Rossa contro le truppe naziste.

Venerdì, le cerimonie commemorative inizieranno alle ore 9:30 quando i residenti della città getteranno fiori da parte del consiglio al civico 14 di Nevsky Prospekt, che metteva in guardia i cittadini al riparo dal lato opposto della strada durante i bombardamenti di artiglieria.

Più tardi quel giorno, i fiori saranno posizionati al Monumento agli eroici difensori di Leningrado a Ploshchad Pobedy e al Cimitero Piskaryovskoye, dove sono sepolti molti di coloro che sono morti durante l’assedio, in fosse comuni.

Si terrà una serie di concerti in città per i sopravvissuti all’assedio, tra cui un concerto tradizionale della città Oktyabrsky Concert Hall , e un karaoke all’aperto il giorno dopo che si terrà presso Gostiny Dvor, dove i veterani e gli altri saranno in grado di cantare canzoni di guerra.

Dal 24 gennaio al 28, la città terrà anche la 21° Conferenza sull’Assedio da parte della Associazione Internazionale dei Sopravvissuti. Più di 130 i sopravvissuti all’assedio attualmente residenti all’estero sono tenuti a partecipare alla conferenza.

fonte: tradotto e rielaborato da sptimes.ru 

Share:

Author: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*