Protesta d’artista per le Pussy Riots

Il 23 luglio scorso, Petr Pavlensky, artista russo ha protestato a San Pietroburgo in maniera estrema contro l’estensione della custodia in carcere del gruppo punk-rock “Pussy Riots”.

Le tre cantanti, rischiano la bellezza di sette anni di reclusione e sono in carcere ormai dai 6 mesi con l’accusa di vandalismo per un’irruzione a sfondo politico nella cattedrale di Mosca (Cristo il Salvatore). La sera prima della protesta di Pavlensky, i Red Hot Chili Peppers avevano indossato delle magliette pro Pussy Riots nel loro concerto al Luzhniki Stadium di Mosca.

fonte: rielaborato da fonti varie.

Author: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*