Putin approva il trasferimento della Corte Suprema a Piter

Il Presidente Vladimir Putin ha dato la sua approvazione al piano di trasferimento della Corte Suprema, della Corte Arbitrale e del reparto giudiziario della Corte Suprema da Mosca a San Pietroburgo, anche se ha sottolineato che nessuna decisione definitiva è ancora stata presa.

Il trasferimento proposto è parte di un piano più ampio per distribuire gli organi giudiziari della Federazione, cosa che secondo Putin  sarebbe meglio far svolgere a San Pietroburgo, piuttosto che a Mosca.

Vladimir Kozhin, capo dell’Ufficio degli Affari presidenziali, ha stimato il costo del passaggio in 50 miliardi di rubli (1,25 miliardi di euro).

Kozhin ha detto che il processo potrebbe durare da 2 a 2,5 anni. Egli ha sottolineato che una parte delle spese sarebbero recuperate dalla vendita degli immobili moscoviti.

Putin ha indicato come esempio il trasferimento con successo della Corte Costituzionale a San Pietroburgo nel 2008, aggiungendo che un trasferimento analogo da altri tribunali federali sarebbe vantaggioso per la città.

Itar-Tass ha riferito che il nuovo immobile a San Pietroburgo sarebbe un ex museo navale sull’isola di Vasilevsky.

Vyacheslav Makarov, portavoce del Consiglio giuridico di San Pietroburgo, ha riferito all’agenzia di stampa che ha pienamente appoggiato la mossa, dicendo che l’operazione “alzerà il profilo della città.”

fonte: tradotto e riadattato da themoscowtimes.com

Share:

Author: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*