Vieni a prenderti un caffè, anzi un tè!

PorcellanaDettaglioLomonosovIl rito del tè è ormai una tradizione consolidata nella cultura russa, anche se a San Pietroburgo pure il caffè e il cappuccino, in variazioni e orari più o meno graditi al palato italiano, stanno diventando popolarissimi. Tuttavia non è importante soltanto cosa si beve, ma anche lo stare in compagnia, la possibilità di fare quattro chiacchiere e il concedersi una pausa!

Bere un buon espresso all’italiana sta diventando sempre meno difficile, tuttavia il tè è sempre disponibile in tutti i ristoranti e caffè con un’ampia scelta fra nero, verde, alla frutta, alle bacche, alle erbe e molte altre fragranze.

Più raro, anche perchè piuttosto macchinoso, che vi venga preparato utilizzando un samovar, invenzione tutta russa come dice il nome stesso, oggetto che spesso fa bella mostra nelle case dei russi, per via della sua bellezza che lo rendono un souvenir molto originale, ancorchè ingombrante. Sicuramente più trasportabili sono le meravigliose porcellane di San Pietroburgo, con decorazioni azzurre e dorate come quelle nella foto, prodotte dal 1744 presso la Manifattura imperiale di porcellana, cui è annesso l’omonimo museo, filiale dell’Ermitage, ricco di pezzi di squisita fattura realizzati talvolta da artisti famosi, come Malevič negli anni 20.

Author: Marco Ragozzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*