San Pietroburgo, capitale culturale della Russia

San Pietroburgo, non a torto, viene spesso definita la capitale culturale della Russia. La Kunstkamera, primo museo russo venne fondato da Pietro il Grande sulle rive della Neva, cosiccome il prestigioso Ermitage, ospitato nelle infinite sale del Palazzo d’Inverno, ha origine dalla collezione di Caterina II, sin dall’inizio custodita nella reggia degli zar.

Svariate istituzioni e accademie sono state fondate in questa città per cui era stato previsto non sono un ruolo politico e militare ma anche uno scientifico ed artistico. L’Accademia di Belle Arti, prevista già all’epoca della fondazione della città e poi costituita come ente autonomo nel 1757, e quella delle Scienze, fondata nel 1724 dallo zar Pietro I su suggerimento del filosofo Leibniz.

Il primo Conservatorio della Russia venne istituito nel 1861 nell’allora capitale dell’Impero russo su iniziativa di Anton Rubinstein, mentre la prima biblioteca fu aperta al pubblico nel 1795, durante il regno di Caterina la Grande. I libri hanno sempre avuto un posto di riguardo nelle  abitazioni pietroburghesi; testimoniano questo amore sia le numerose biblioteche cittadine sia le storiche librerie, come la rinnovata “Podpisnye izdanija” visibile nella fotografia sottostante.

Share:

Author: Marco Ragozzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*