27 gennaio 1944 – Termine dell’Assedio di Leningrado

Un dirigibile sorvola la città durante l'Assedio di Leningrado. In primo piano l'Ammiragliato e la Neva, sullo sfondo la fortezza di Pietro e Paolo

L’assedio di Leningrado, tragico episodio della storia di San Pietroburgo avvenuto durante la Seconda Guerra Mondiale, durò per circa 3 anni, dall’8 settembre 1941 al 27 gennaio 1944. L’ultimo collegamento ferroviario con Leningrado avvenne il 30 agosto 1941, data dell’effettivo inizio, mentre l’assedio terminò il 18 gennaio 1943, anche se la completa liberazione della città si concluse circa 10 giorni dopo.

Tra civili e militari si ebbero quasi un milione di caduti, molti dei quali sepolti al cimitero monumentale di Piskarëvskoe, nella zona nord di Pietroburgo. Il Monumento agli eroici difensori di Leningrado, eretto nel 1975, si trova in Piazza della Vittoria. In memoria degli eventi è stato aperto il Museo dell’Assedio di Leningrado.

Fuori città sono di notevole interesse sono la Strada della Vita, percorso che collegava la città con il lago Ladoga, permetteva gli approvvigionamenti agli abitanti e i soldati stretti nella morsa dell’assedio nazista, e la Fortezza di Orešek, la cui guarnigione non cedette mai la posizione contribuendo alla liberazione di Leningrado.

 

Un dirigibile sorvola la città durante l'Assedio di Leningrado. In primo piano l'Ammiragliato e la Neva, sullo sfondo la fortezza di Pietro e Paolo
Un dirigibile sorvola la città durante l’Assedio di Leningrado. In primo piano l’Ammiragliato e la Neva, sullo sfondo la fortezza di Pietro e Paolo.
Share:

Author: Marco Ragozzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*