Cittadini, durante i bombardamenti questo lato della strada è assai più pericoloso!

Avviso di maggior pericolo durante i bombardamenti e targa commemorativa lungo la Prospettiva Nevskij.

Avviso di maggior pericolosità e targa commemorativa sulla prospettiva Nevskij. Originale su Wikipedia Commons

“Cittadini, durante i bombardamenti questo lato della strada è assai più pericoloso!” era una scritta che avvertiva gli abitanti dell’allora Leningrado della maggior pericolosità di un lato della strada durante i bombardamenti nemici. Di questi avvisi ne sono rimasti alcuni come quello nella foto che ne riproduce uno lungo la Prospettiva Nevskij.

Durante la Seconda Guerra Mondiale per quasi 3 anni giorni la città fu cinta d’assedio dalle truppe naziste, assedio rotto il 18 gennaio 1944, dopo quasi 900 giorni di fame e freddo e circa un milione di vittime. La liberazione completa di Leningrado si compì il 27 gennaio, data nella quale tuttora si commemora l’evento.

In occasione della ricorrenza è tradizionale l’omaggio alle vittime, in maggioranza tumulate nel cimitero monumentale di Piskarëvskoe, nella zona nord di San Pietroburgo, e una  visita al Monumento agli eroici difensori di Leningrado e al Museo dell’Assedio di Leningrado, questi ultimi in Piazza della Vittoria. Di notevole interesse ma fuori città sono la Strada della Vita, percorso che collegava la città con il lago Ladoga, e la Fortezza di Orešek, che resistette fino alla fine dell’Assedio di Leningrado senza arrendersi alle truppe nemiche.

Questo tragico ed insieme eroico episodio della storia di San Pietroburgo ha avuto testimoni celebri, come il compositore Dmitrij Šostakovič che scrisse la Sinfonia di Leningrado, e meno note come Tanja Saviceva, purtroppo non sopravvissuta, e Lena Muchina, due ragazze che scrissero due diari sull’Assedio, raccontando la loro esperienza personale.

 

Questa voce è stata pubblicata in Arte e Cultura, Festività, Storia e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

1 risposta a Cittadini, durante i bombardamenti questo lato della strada è assai più pericoloso!

  1. Luca scrive:

    Pensare che ci passavo davanti quasi ogni giorno e non me ne sono mai accorto…
    Quando ti sfuggono le cose più evidenti, ci farò un salto alla prossima occasione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*