Chiesa di Sant’Isidoro

Chiesa di Sant'Isidoro
Sant’Isidoro, lungo il Canal Griboedov, non lontano dal Semimost’e. Immagine originale

La chiesa di Sant’Isidoro, in russo Исидоровская церковь, è un edificio di culto ortodosso che si trova a Kolomna, un quartiere di San Pietroburgo. La chiesa sorge all’incrocio fra i corsi Rimskij-Korsakov e Lermontov, nei pressi del ponte Mogilёvskij che attraversa il Canale Griboedov, in una zona molto pittoresca della città, meta ideale per una passeggiata.

La chiesa venne eretta fra il 1903 ed il 1907, su progetto dell’architetto russo Aleksandr Poleščuk, per la numerosa comunità ortodossa estone residente nell’allora capitale dell’Impero russo, nel quale era compreso parte del territorio dell’attuale Estonia con il nome di Gubernija di Reval, dall’antico nome di Tallinn.

Il luogo di culto è consacrato ad un santo ortodosso, Isidoro di Juri’ev, dal nome russo di Tartu, città estone dove nel 1472 il religioso venne ucciso per aver rifiutato la conversione al cattolicesimo. Dopo la rivoluzione russa, la chiesa rimase aperta fino al 1934, poi venne destinata al “Fondo per gli artisti dell’URSS”, nel 1994 venne riaperta al culto dalla chiesa ortodossa russa ed infine completamente restaurata nel 2008.

Chiesa di sant'Isidoro
La Chiesa di Sant’Isidoro sul Canale Griboedov, vista dal ponte Mogilёvskij. Foto originale su Commons

Dintorni

Collegamenti esterni

Aggiornamento luglio 2020