Zarina

Copertina dell’edizione italiana. Immagine originale sul sito della casa editrice Dea Planeta

Zarina è il titolo del romanzo scritto da Ellen Alpsten, giornalista e scrittrice tedesca, e pubblicato in italiano nell’ottobre 2019 dalla casa editrice DeA Planeta. Come lascia intuire il sottotitolo, Lo straordinario romanzo della serva che divenne imperatrice di Russia, il libro tratta della vita di Caterina I, moglie di Pietro il Grande, prima zarina e poi, dopo la morte del marito, imperatrice di Russia.

Recensione

Avevo provato amore per la letteratura e la cultura russa già da giovanissima. Mi affascinavano le figure degli zar, così potenti.. non si conosceva molto delle mogli e delle donne degli zar nei libri di storia dell’Europa orientale, così ho iniziato a documentarmi diversamente dai percorsi obbligati dell’università. Devo dire che il web oggi aiuta molto nelle ricerche e l’anno scorso mi capitò una recensione di una certa autrice nordeuropea che aveva scritto un romanzo: “Zarina” ( Ellen Alpsten). L’ho comprato e l’ho lasciato per un anno in standby, poi quest’estate ho deciso di leggerlo e l’ho divorato, mi ha appassionato tantissimo.

In questo romanzo l’autrice descrive in modo particolareggiato gli usi e i costumi del periodo storico di Pietro il Grande, la povertà dei ceti sociali più deboli, le ambizioni e lo sfarzo di quelli più agiati. Nel dettaglio intreccia la vera storia di Caterina I ( Marta) con le vicende storiche che legavano lo zar Pietro alle guerre di conquista e alla costruzione di quella che sarebbe poi diventata la città di San Pietroburgo. Nonostante il romanzo sia dedicato alla zarina non viene tralasciato quella che è stata l’ambizione smisurata di Pietro per la creazione della sua futura città, dalla descrizione delle maestranze all’impiego dei detenuti per l’esecuzione dei lavori, resi visibili quasi tangibili, man mano che i palazzi, le strade, i giardini e le piazze e altro ancora prendevano forma.

Il romanzo ovviamente è arricchito di temi di fantasia e si basa fondamentalmente sulla storia d’amore tra i due protagonisti, ma di essi l’autrice non tralascia di mostrarci il loro vero carattere, debolezze e ambizioni, pregi e difetti né tanto meno il dettaglio delle regole sociali e reali imposte dallo zar.
L’aspetto che più ha attirato la mia attenzione è sicuramente la crudeltà di quest’uomo nei confronti di chiunque va contro le sue decisioni e l’aspetto ‘maschilista” che sovrastata l’autorità della sua posizione . Consiglio questo libro perché l’ho considerato un libro non turistico, che va oltre la descrizione di viaggio ma che non rappresenta solo una cronologia storica dei fatti. Piuttosto direi che è una grande storia d’amore tra due protagonisti della storia mondiale.

Recensione scritta da Lai Lucia Itria

Collegamenti esterni

Aggiornamento dicembre 2020