Sale d’oro

Pettine, VI secolo avanti Cristo. Opera di maestro greco per un capo scita

Nelle Sale d’oro, in russo Золотая кладовая, sono esposti reperti appartenenti ad alcune collezioni del Museo dell’Ermitage la cui visita è soggetta a norme particolari. L’orario è ridotto rispetto a quello del museo e va acquistato un biglietto supplementare, disponibile in quantità limitate. Le sale si trovano al piano terreno del Palazzo d’Inverno e, dato il valore inestimabile degli oggetti esposti, sono visitabili solo da piccoli gruppi accompagnati da una guida.
Le collezioni sono suddivise come segue

  • Reperti rinvenuti nelle campagne di scavi archeologici negli antichi tumuli funerari che si trovano nel territorio che andava dalle coste settentrionali del Mar Nero e dal Caucaso fino alla Siberia
  • Oreficeria orientale, con manufatti provenienti da Turchia, Bisanzio, Asia Centrale, India e Cina
  • Galleria del Tesoro, ovvero la collezione voluta da Caterina II comprendente oreficeria, gioielli d’oro e pietre preziose, doni diplomatici, pietre intagliate e svariati reperti archeologici


Collegamenti esterni

Aggiornamento gennaio 2021