Riaperto il salotto moresco di Palazzo Jusupov

Il salotto moresco di Palazzo Jusupov. Immagine originale dal sito Spbdnevnik

Il salotto moresco di Palazzo Jusupov. Immagine originale dal sito Spbdnevnik

Il 5 gennaio 2016 è stato riaperto al pubblico il salotto moresco del Palazzo Jusupov, una delle sontuose residenze di Pietroburgo appartenuta agli Jusupov. Esso riproduce un interno arabeggiante costruito secondo i canoni dell’architettura neomoresca in voga ad inizio Novecento.

L’edificio sorge sulle rive della Moika ed è talmente vasto da possedere sia un teatro privato, con una capienza di quasi 200 posti che possono assistere ad una ricca stagione di spettacoli, sia una cappella privata, da poco riaperta al pubblico e alle funzioni religiose di rito ortodosso.

Nonostante il palazzo sia una delle poche residenze nobiliari pietroburghesi a conservare interni originali, risalenti a prima della rivoluzione di ottobre, ed una ricca collezioni di quadri ed opere d’arte, spesso il motivo principale per cui viene visitato sono i sotterranei! È proprio nelle cantine che nel dicembre 1916 Feliks Jusupov ed altri nobili assassinarono Rasputin, favorito dello zar Nicola II e di sua moglie. Ed è qui, proprio nelle cantine, che è visitabile una mostra dove viene sia ricostruito lo scenario dell’omicidio sia raccontata la storia del monaco nato in Siberia e diventato poi un habitué del Palazzo d’Inverno.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e Cultura, Musei, News, Storia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*