Russacchiotta Bargiolina – romanzo storico

VENERDI’ 3 FEBBRAIO dalle ore 20.00

presso lo Spazio Ferramenta del ristorante Sibiriaki, via Bellezia 8, Torino

APERICENA RUSSO e CHIACCHIERE  intorno a “RUSSACCHIOTTA BARGIOLINA”

romanzo storico di Anna Roberti – Alzani Editore

partecipano  Anna Roberti, Reka Der e Teresa Tordo

L’autrice, che si è sempre occupata di cose russe e da 15 anni dirige l’Associazione culturale Russkij Mir di Torino (ex Italia-URSS), apprende per caso da suo padre una leggenda che avrebbe legato un suo avo giacobino ai cosacchi del feldmaresciallo Suvorov in occasione della calata in Piemonte degli austro-russi nel 1799. Decide quindi di verificare se la leggenda abbia o meno del fondamento e anche di trovare delle prove di un’eventuale congiunzione carnale italo-russa all’interno del suo albero genealogico

Per alcuni anni approfondisce i rapporti tra la Russia e la sua famiglia negli ultimi 200 anni, basandosi soprattutto sul ricchissimo archivio di famiglia e sulle fondamentali raccolte della Biblioteca Civica di Torino e della Biblioteca della Russkij Mir, nonché sugli archivi comunali di Barge (suo paese d’origine) e di Revello, con incursioni all’Archivio di Stato, all’Archivio storico della Città di Torino, alla Biblioteca Nazionale e a quella dell’Accademia delle Scienze; compie inoltre viaggi in Italia e in Russia (Mosca, Saratov, Tula, Odessa…) e si imbatte in centinaia di personaggi e di situazioni ignorate fino a quel momento e che testimoniano di uno strettissimo legame tra la Russia e la sua famiglia e, in senso lato, tra la Russia e il suo destino.

Le vicende non riguardano solo la Russia ma anche la Polonia, in particolare per quanto riguarda la spedizione dei garibaldini bergamaschi in Polonia nel 1863 e la loro successiva deportazione in Siberia.

Il romanzo si popola di personaggi “alti” (zar e re d’Italia, famosi pensatori e scrittori russi, Cavour e Garibaldi…) ma anche di contadini valdesi, soldati cosacchi, partigiani sovietici, e soprattutto di moltissime donne (russe, italiane, francesi…) con i loro amori e le loro passioni, i tradimenti e gli abbandoni, in un turbinio di vicende talora divertenti, talora tragiche, in cui tutto e tutti si mescolano, si incrociano, si incontrano e si scontrano…

“Man mano che andavo avanti, si chiudevano l’uno dopo l’altro tutti i cerchi spezzati della mia esistenza: mi spiegavo sogni, coincidenze, incontri, destini, tutto acquistava finalmente un senso…” (Anna Roberti)

Nello Spazio Ferramenta sarà anche possibile visitare la mostra di opere dell’artista bielorusso Artsiom Parchynski

Ingresso a 15 euro (di cui 5 di sottoscrizione per Russkij Mir)
GRADITA LA PRENOTAZIONE
TELEFONANDO ALLO 011-547190 O INVIANDO UNA EMAIL A russkij@arpnet.it
Per informazioni www.russkijmir.itwww.russkijmir.it-

Questa voce è stata pubblicata in Arte e Cultura. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*