Decabrismo

Pagina in aggiornamento giugno 2020

Con il termine decabristi (dal nome russo декабристы, dekabristy, da декабрь, dekabr’, che significa “dicembre”) si intende indicare in senso lato tutti i membri delle società segrete (persone che appartenevano comunque alla nobiltà e alla borghesia del tempo) che prepararono il moto di rivolta nel dicembre del 1825, detto appunto “moto decabrista”, e che ebbe il suo fulcro nell’allora capitale San Pietroburgo.

L’insurrezione decabrista (in russo: Восстание декабристов?) si svolse il 14 dicembre (il 26 secondo il calendario gregoriano) 1825 nella Russia imperiale. Alcuni ufficiali dell’esercito imperiale appartenenti a società segrete (Massoneria su tutte), guidarono circa 3000 soldati in un tentativo di rivoluzione per attuare in Russia una economia liberale, e disfarsi dell’assolutismo nel quale l’Impero era costretto fino a quel momento, lottando anche contro lo stato di polizia e la censura. Questa rivolta ebbe luogo nella piazza del Senato di San Pietroburgo: piazza che, nel 1925, per ricordare il centenario dall’evento, venne rinominata con il nome di piazza dei Decabristi, in russo: Площадь Декабристов?, Ploščad’ Dekabristov, così come l’isola dei Decabristi.